Home » Arte e Cultura » Chiese e Santuari » La Cattedrale di Tropea

La Cattedrale di Tropea

Cattedrale in stile Normanno, rappresenta uno dei luoghi di culto più importanti di Tropea. Nell’arco dei secoli essa ha subito diversi interventi che l’hanno portata ad avere uno stile architettonico che si allontana da quello classico medievale calabrese. Il restauro più recente che l’ha vista coinvolta risale agli anni ’30 del 900, a seguito del devastante terremoto del 1905. L’interno della chiesa è costituito da 3 navate con transetto incluso tra le pareti e le fiancate divise da due file di pilastri di forma ottagonale. L’altare maggiore espone, in una cornice d’argento, il quadro della Madonna di Romania, il cui culto fu portato a Tropea in seguito al suo presunto intervento durante un bombardamento degli americani in cui caddero sei bombe che però rimasero inesplose. La parete con gli ingressi principali, ospita due delle sei “famose” bombe inesplose. Non fu, comunque, l’unica occasione in cui vi fu l’intervento della Protettrice, in particolare si ricorda quello del terremoto del 27 marzo 1638 che distrusse tantissimi paesi del circondario e che, invece, lasciò indenne Tropea. Ciò avveniva nel momento in cui si svolgeva l’annuale processione della sacra effigie. Uno dei pezzi più pregiati della chiesa è senza dubbio il cosiddetto Crocifisso nero, un affascinante intaglio ligneo di grandezza quasi naturale di cui però, purtroppo, non si conosce l’autore.

Nella cattedrale è presente anche una statua in argento e delle reliquie di Santa Domenica, una martire cristiana nata proprio a Tropea. All’interno della chiesa è comunque possibile osservare tante altre opere tutte collocabili tra il 1300 e il 1800.

Articoli che potrebbero interessarti...